Casa Payer

Chi siamo

Casa Payer è nata dopo il ritorno da due anni di vita in India, dove io (Luca) e Paola ci conoscemmo. Entrambe vegetariani sentivamo l’esigenza di vivere nella natura e condurre una vita rurale: fare un orto, il pane, tagliare la legna per cuocerlo e scaldarci.
Immaginavamo una casa nel bosco da ristrutturare con le nostre mani.
Così nacque l’idea di ospitare, un viaggio al contrario, da erranti dell’Asia avremmo invece accolto altri viaggiatori.
Doveva essere una casa vegetariana per noi era imprescindibile, nella nostra idea di mondo non c’era più spazio per le “consuetudini” alimentari che avevamo abbandonato da tempo.

Dopo lunghe ricerche,  finalmente individuammo un luogo che ci piacque, parecchio. Una grande cascina di pietra, in un bosco fitto che ormai la sovrastava. Non era raggiunta dalla linea elettrica, ne dall’acqua potabile, non era stata neppure sfiorata da maldestri tentativi di ristrutturazione, era come nel ‘700, pietra, terra, legno, calce: ci si era aperto il cuore, ci aveva “stregato”. Ci visse da solo un uomo, Ottavio, che abitò questa dimora con una cinghialessa che salvò, cucciola, da una battuta di caccia e la crebbe…era il segno: dovevamo ridare vita a questo luogo.

Chi è Casa Payer?

Casa Payer è una suggestiva cascina di pietra, a conduzione vegetariana, ristrutturata in bioedilizia. È il nostro progetto di vita che condividiamo con gli ospiti proponendo soggiorni ecosostenibili e cucina vegetale casalinga in una località amena della Valpellice, tra boschi e natura selvatica. Vivere il bosco è un viaggio nella dimensione selvatica. E’ un luogo per riconnettersi con la natura con se stessi e alleggerirsi nella semplicità al ritmo delle stagioni, riprendendosi il tempo. Per raggiungerci, con o senza auto, si percorre 1 Km della strada sterrata che dalla località Colletto s’inoltra nel bosco; venendo a piedi è una piacevole passeggiata.